Omnia News

Tutte le news di Omnia Eventi


Lascia un commento

COPERTURA TELEVISIVA RECORD, TEAM E PILOTI INTERNAZIONALI E TANTE NOVITÀ. LA GTSPRINT VERSO IL PROSSIMO ROUND DI VALENCIA

Manca esattamente una settimana al prossimo appuntamento di Valencia (7 e 8 maggio) della GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES, che si appresta ad affrontare il secondo dei sette doppi round del calendario 2011 e la prima delle tre trasferte estere che comprendono anche quella di Portimão e Spa-Francorchamps.

28.000 SPETTATORI A MONZA. Il conto alla rovescia per l’attesa tappa in terra iberica è pertanto quasi giunto allo scadere del suo tempo e sono tante le novità con cui il campionato internazionale riservato alle vetture Granturismo si appresta a vivere un’altra appassionante sfida, dopo il debutto stagionale di Monza a inizio aprile, con ben 28.000 presenze di pubblico in autodromo. Sul circuito brianzolo la GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES si è confermata come una categoria in grado di portare in pista la gente, grazie anche alle numerose iniziative promozionali.

TV DA RECORD. Un format innovativo (due gare “sprint” della durata di 25’) che piace: è quello della GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES, giunta alla sua seconda edizione e che quest’anno può contare su una copertura televisiva record che si può tradurre nel “live coverage” su 35 paesi diversi, mentre in Italia tutti gli eventi vengono trasmessi in diretta da Rai Sport 2, visibile in chiaro sul digitale terrestre.

LE NUOVE FERRARI 458 AL VIA. Confronto tecnico e acceso agonismo, con uno schieramento importante costituito da team e piloti di maggiore riguardo nel panorama europeo delle GT, è ciò che ci si attende dal weekend valenziano. Cominciando dalla presenza delle nuove Ferrari 458. Con una di queste si presenterà nella classe GTS2 la coppia leader della classifica composta da Max Mugelli e Andrea Palma (Vittoria Competizioni), dominatori a Monza. A Valencia lasceranno infatti la Ferrari 430 per debuttare al volante della “supercar” da competizione ultima nata della Casa di Maranello. Esemplare al via anche della classe GTS3, con specifiche differenti, con gli esperti Niki Cadei e Fabio Mancini, anche loro indiscussi protagonisti in Brianza con i colori del team AF Corse.

RIFLETTORI PUNTATI ANCHE SU ALTRE SQUADRE ECCELLENTI. In tema di squadre da evidenziare è l’arrivo del Team Malucelli, un nome importante, come quello di Antonelli Motorsport, Edil Cris, R.C. Motorsport e Scuderia La.Na.

SFIDA TRA PIÙ MARCHI. Un nuovo confronto si appresta dunque ad accendere l’entusiasmo degli appassionati nella GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES. Nella GTS Cup a Monza sono emerse ancora le Ferrari 430 ed in particolare quella della Kessel Racing guidata dal pilota iberico Antonio De La Reina, che punterà a fare bene anche davanti al suo pubblico. Ma in Gara 2 si era imposta pure la Lamborghini Gallardo della Mik Corse portata in pista da Carlo Graziani. Ed è lotta annunciata con le Porsche 997 e la Corvette Z06.

Annunci


Lascia un commento

TROFEO MASERATI GRANTURISMO MC, QUALIFICHE, IMOLA, 30 APRILE 2011

Casè e Baldi: i due poleman del primo round del Trofeo Maserati

Lorenzo Casè e David Baldi sono i due poleman del primo round del Trofeo Maserati GranTurismo MC 2011 che è iniziato questo fine settimana sul circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Lorenzo Casé dello Swiss Team si è assicurato il diritto di partire in pole position in gara 1, con il tempo di 2:16.257, al termine di una sessione di qualificazione resa molto difficile da una pesante pioggia. Il portacolori della scuderia elvetica ha guidato molto bene negli ultimi minuti del turno, dopo che era stata esposta la bandiera rossa per le uscite di pista di alcuni piloti.
Tra questi Stefano Gai, che ha comunque piazzato il terzo miglior crono (primo nella graduatoria Trofeo). Di fronte a Gai e alle spalle del pavese, l’equipaggio di AF Corse composto da Sbirrazzuoli/Chionna, con il monegasco che ha fatto fermare le lancette sul tempo di 2:19.547.

Nella successiva sessione, valevole per designare la griglia di partenza di gara 2, ad imporsi su pista asciutta è stato David Baldi, che con il tempo di 1:55.366, ha preceduto Manuel Villa e Lorenzo Casè, che resta comunque il più veloce nella classifica riservata ai Team.

Lorenzo Casè: “Dopo la pole conquistata in gara 1, nella seconda qualifica la pista era ancora un po’ lenta. Ho cercato di andare in progressione, senza stressare troppo gli pneumatici, anche perché non avevo punti di riferimenti validi con asfalto asciutto. Comunque un terzo posto assoluto e primo nella graduatoria dei Team, nel primo round della stagione mi rendono molto soddisfatto”.

David Baldi: “Tra i due turni, quello di gara 2 è andato decisamente meglio: la pole è una grande risultato e resta anche un quarto crono per la prima corsa. Infatti in condizioni di pioggia non mi trovo proprio a mio agio. Confesso che dopo i risultati nelle libere le ambizioni di salire sul podio iniziavano a salire. Stiamo a vedere cosa accade domani in gara”.

Domani – domenica 1 maggio – gara 1 è in programma dalle 11.35 alle 12.15, mentre gara 2 dalle 16.10 alle 16.50. Entrambe le prove saranno trasmesse in diretta da Nuvolari Tv, mentre RMC effettuerà un collegamento alle ore 15.45 per intervistare i protagonisti.

Sul sito www.maseraticorse.it sono pubblicati approfondimenti e interviste ai piloti.

Qualifiche 1
1 Lorenzo Casè (Team) – 2:16.257
2 Cedric Sbirrazuoli (Team) – 2:19.547
3 Stefano Gai – 2:22.280

Qualifiche 2
1 David Baldi – 1:55.366
2 Manuel Villa – 1:56.446
3 Lorenzo Casè (Team) – 1:56.630


Lascia un commento

Domani dalle 14.45 prove ufficiali, domenica alle 10.50 le gare Moto: a Monza torna Ra dioCIV, notizie in diretta dai Circuiti

MONZA – Si stanno disputando in queste ora all’Autodromo nazionale di Monza, le prime prove libere del secondo round del CIV, il Tricolore mondiale delle moto, che quest’anno compie 100 anni, organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana.

Nella prova d’apertura del 10 aprile scorso a Misano Adriatico, 150 piloti e 10 Case motociclistiche presenti in forma ufficiale, hanno dato vita ad un entusiasmante week end, davanti a 10.000 persone, che ha premiato il ceco Miroslav Popov su Aprilia nella 125cc, Armando Pontone nella Moto 3 su Ioda Racing, il campano del Team Italia Yamaha Riccardo Russo nella Stock 600cc, l’altro pilota ufficiale del Team Italia Danilo Petrucci su Ducati nella Stock 1000cc; Ilario Dionisi su Honda nella Supersport, Diego Ciavattini (GPC) nella Moto 2 e per finire il fuoriclasse Roberto Rolfo (Kawasaki) nella classe regina Superbike, una vittoria memorabile perché il torinese è ritornato a gareggiare e vincere in Campionato italiano dopo 14 anni di assenza.

Da domani, in diretta da Monza tornano le informazioni di RadioCIV, notizie in diretta dai Circuiti su Radio Number 1, all’interno dello Sporting Club, il contenitore sportivo del network radiofonico, in onda tutti i week en d dalle 14.30 alle 19.30, condotto da Alberto Boldrini e Nicola Zaltieri.

Stefano Bergonzini con l’assistenza di francesca Amendola si collegherà con lo studio per fornire informazioni, curiosità, notizie sul week end di gare. Radio Number 1 è tra i principali network radiofonici italiani, copre l’intero Norditalia sino alla Toscana e raggiunge con le proprie frequenze anche la Svizzera Italiana, Montecarlo e la Costa Azzurra. Radio Number 1 è ascoltabile con frequenza stabile anche lungo le principali Autostrade italiane.


Lascia un commento

Jaime Alguersuari ‘sale in cattedra’ al Politecnico di Torino

Il pilota e l’ingegnere della Scuderia Toro Rosso Gianvito Amico, fanno lezione nel prestigioso ateneo torinese

Il Politecnico di Torino ha avuto oggi un docente d’eccezione: Jaime Alguersuari, giovane pilota catalano della Scuderia Toro Rosso di Formula Uno. La lezione universitaria è stata l’antipasto del ricco programma che coinvolgerà la città di Torino: domani, sabato 30 aprile, a partire dalle ore 15.00, la capitale dell’automobile italiana ospiterà sulle sue storiche strade la Red Bull F1 Show Run Torino 2011, con l’esibizione di Mark Webber e Jaime Alguersuari a bordo di una monoposto di Formula Uno.


Davanti alla numerosissima platea di studenti nell’Aula Magna ‘Giovanni Agnelli’, Jaime ha raccontato alcuni retroscena del mondo della Formula Uno: quello che succede in pista e che non si vede alla televisione. Ha sottolineato l’importanza delle prove libere del venerdì e il ruolo cruciale delle gomme Pirelli in questa stagione, in cui è fondamentale capire il degrado degli pneumatici per trovare la costanza in gara. “Un fattore decisamente più importante rispetto alle qualifiche. L’anno scorso le gare somigliavano più ad uno ‘sprint’, una lunga qualifica, mentre ora sono corse basate più sulla resistenza”. Una nuova sfida per il driver spagnolo, che davanti agli studenti ha fissato il suo obiettivo stagionale: “Sono in una squadra che è una famiglia. Voglio imparare e diventare ancora più bravo con questo team e fare il massimo con quello che ho”.
L’incontro odierno è stato introdotto da Massimiliana Carello, docente del corso di laurea in ingegneria dell’autoveicolo, che ha sottolineato con orgoglio che l’ateneo torinese è l’unico in Italia ad avere questo corso di Laurea tra le proprie specializzazioni: “è un onore essere qui oggi a parlare di F1”.
A quel punto il testimone è passato a Gianvito Amico, un tempo studente proprio tra i banchi del Politecnico di Torino. L’attuale Reliability Manager della Scuderia Toro Rosso ha spiegato agli studenti tutte le fasi della progettazione della vettura, che parte dall’analisi del progetto precedente per passare alla produzione vera e propria, fino ad arrivare agli ultimi sviluppi del prototipo che sono in continuo e costante aggiornamento, nella continua sfida regolamentare e tecnologica rappresentata dalla Formula uno. L’ingegnere ha poi sottolineato l’importanza della sicurezza.
Infine la parola è passata agli studenti, che hanno fatto numerose domande al pilota spagnolo protagonista in Formula Uno. Una studentessa gli ha chiesto: “Jaime, cosa provi ad essere un pilota?” “E’ il mio lavoro da quando avevo 8 anni; da quando ho iniziato sui kart e sono andato in Italia e così fino ad ora. Mi piace guidare, mi piacciono le sfide, fare le gare, portare la macchina oltre al limite”.

La lezione di Jaime Alguersuari e Gianvito Amico è stato un vero successo.


Lascia un commento

TROFEO MASERATI GRANTURISMO MC – IMOLA, 29 aprile/1 maggio 2011

La nuova stagione del Trofeo Maserati GranTurismo MC parte da Imola

Nel fine settimana riparte il Trofeo Maserati GranTurismo MC 2011 con la prima prova sul circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola. Otto gli eventi (da due gare) in programma: quattro in Italia e gli altri su rinomati circuiti europei. Dopo Imola, il calendario prevede gli appuntamenti di Monza il 15 maggio, Budapest (Ungheria) il 5 giugno, Spa (Belgio) il 26 giugno, Donington (Gran Bretagna) il 17 luglio, Valencia (Spagna) il 4 settembre, Vallelunga il 18 settembre, prima della tappa conclusiva del Mugello il 2 ottobre.

Le novità principali riguardano in primo luogo la vettura, la Maserati GranTurismo MC Trofeo, che si presenta profondamente evoluta rispetto allo scorso anno: la potenza del motore è aumentata di ben 38 CV, per un totale di 488 CV, il software di motore e cambio è stato aggiornato portando una riduzione dei tempi di cambiata a 60 ms., il sistema frenante e l’aerodinamica della vettura sono stati modificati per migliorare ulteriormente le prestazioni su pista.

Il “pacchetto” del Trofeo permette ai piloti di competere individualmente o in coppia, e come parte di un team, all’intera stagione o a singole gare con le vetture gestite direttamente dall’organizzazione Maserati.
I proprietari di GranTurismo MC in configurazione GT4 potranno ancora partecipare al campionato nella classifica Team, aggiornando le proprie vetture secondo le specifiche della GranTurismo MC Trofeo 2011.

Sono 9 le nazionalità rappresentate tra i 21 equipaggi iscritti nella prima gara della stagione: nella categoria Trofeo segnaliamo Steven Goldstein, secondo lo scorso anno, che ha visto sfuggire il titolo proprio nell’ultima corsa. Ritorna il vincitore del Trofeo Maserati 2005,  Alberto Cerrai, mentre tra i nomi che hanno partecipato la scorsa stagione, troviamo le conferme di Nicolò Piancastelli, Andreas Segler, Dario Bertanza, Stefano Gai, David Baldi (campione italiano velocità in salita nel 2009), Manuel Villa, Gaetano Ardagna Perez e Olivier Doblin

Nella graduatoria riservata ai Team, troviamo al via Lorenzo Casè con i colori dello Swiss Team, pilota che nel 2009 portò al debutto la Maserati GranTurismo MC GT4 sul circuito di Spa nella European Cup, assieme a Cedric Sbirrazzuoli. Quest’ultimo in questa edizione del Trofeo corre in coppia con Alessandro Chionna per la scuderia AF Corse.

Le gare del 2011 saranno trasmesse in diretta sul canale televisivo Nuvolari, disponibile sul digitale terrestre, canale 222, e sul satellite, piattaforma Sky.

RMC, Radio Monte Carlo è media partner del Trofeo e per ogni round il magazine settimanale RMC motori e RMC Music & Sport” presenteranno l’evento. Ulteriori informazioni, aggiornamenti, interviste, una fotogallery e i video saranno disponibili sul sito www.radiomontecarlo.net nella sezione dedicata del Blog Sport.

I clip video saranno disponibili nei giorni seguenti le gare su www.thenewsmarket.com, mentre sul sito www.maseraticorse.it saranno pubblicati approfondimenti e interviste ai piloti.

Il programma
Venerdì 29 aprile
15.30 – 16.10 Prove libere 1
17.40 – 18.20 Prove libere 2
Sabato 30 aprile
13.55 – 14.15 Qualifiche gara 1
18.30 – 18.50 Qualifiche gara 2
Domenica 1 maggio
11.35 – 12.15 Gara 1 (38’ + 1 giro)
16.10 – 16.50 Gara 2 (38’ + 1 giro)


Lascia un commento

Cairoli vince il Gran Premio d’Olanda e conferma per due anni il rapporto con il team red Bull Teka KTM Fctory Racing

Lunedì di Pasquetta perfetto per Tony Cairoli, che in un solo colpo si conferma mattatore incontrastato e imbattuto di Valskenswaard, vince il Gran Premio d’Olanda, guadagna punti preziosi nella rincorsa al titolo e conferma per altri due anni il rapporto con KTM e Team Red Bull Teka KTM Factory Racing.

Il dolore al ginocchio, ricordo del Gran Premio di Bulgaria, non ha fermato Tony Cairoli, più motivato che mai sulla pista di Valkenswaard. Dopo avere constatato, nelle prove, che il ginocchio non dava particolari problemi, il campione del mondo in carica è partito all’attacco fin dalla prima curva e alla fine con un primo e un secondo posto di manche ha vinto il suo primo Gran Premio della stagione, il 38° della carriera.

In entrambe le gare, Tony, è stato protagonista di ottimi start dal cancelletto, ma alla prima curva ha perduto posizioni, prima per avere toccato una balla di paglia, poi per essere finito largo. In tutte e due le manche si è dovuto dunque esibire in spettacolari rimonte. Nella frazione di apertura, transitato quarto al primo passaggio, al nono giro era già in testa dopo avere scavalcato con un bel sorpasso Frossard, leader in quel momento. Una volta in testa, Antonio, ha allungato sull’avversario e alla fine è transitato in solitaria a braccia alzate sotto la bandiera a scacchi.

Nella seconda manche, dopo essere scattato bene dal cancelletto, è finito largo alla prima curva perdendo parecchie posizioni. La sua rimonta è stata ancor più dura rispetto a quanto accaduto qualche ora prima ritrovandosi  settimo al primo passaggio. La rincorsa del pilota della KTM è partita da lì e al dodicesimo passaggio si è completata con la conquista della seconda posizione alle spalle di Nagl, in fuga.

Con la piazza d’onore Tony ha fatto suo il Gran Premio d’Olanda per la quarta volta, terza consecutiva in MX1: primato che gli ha permesso di alzare oltre alla coppa del vincitore anche l’importante trofeo messo in palio da Comune di Valkenswaard.

Tony Cairoli:”Alla vigilia del Gran Premio non sapevo cosa aspettarmi: da due settimane ero a riposo senza potermi allenare. L’obiettivo era dunque cercare di fare il massimo in funzione della condizione fisica: vincere è stata una sorpresa anche per me. In entrambe le manche ho commesso un errore che non mi ha permesso di allungare sugli avversari fin da subito e così ho dovuto rimontare. Non è stato semplice perché non ero certo al 100%, anzi direi all’80%. Nella seconda manche poi ho sofferto da metà gara in poi di forti dolori al ginocchio e crampi. Sono però riuscito a difendere il secondo posto e vincere per la terza volta consecutiva il Gran Premio e ricevere così l’importante riconoscimento del Comune per avere vinto per quattro volte questa gara. Sono felice, anche se devo dire che di solito mi diverto tanto sulla sabbia a guidare, mentre oggi è stata un po’ una sofferenza, ma è finita bene.

Confermo che per altre due stagioni rimarrò con il team Red Bull Teka KTM Factory e sono molto felice dell’accordo raggiunto. Con loro mi sento come in famiglia e il fatto di avere già sistemato il futuro, 2012 e 2013, mi dà tranquillità e mi permetterà di pensare esclusivamente alle prossime gare della stagione. ”

1.manche: 1. Cairoli in 40’49”442; 2. Frossard a 6”303; 3. Nagl a 10”631; 4. Philippaerts a 34”320; 5. Desalle a 43”305

2. manche: 1. Nagl in 39’21”653; 2. Cairoli a 14”447; 3. Philippaerts a 22”047; 4. Goncalves a 27”150; 5. Frossard a 44”569

Assoluta: 1. Cairoli 47; 2. Nagl 45; 3. Philippaerts 38; 4.Frossard 38; 5. Goncalves 33;  

Campionato: 1. Frossard 85; 2. Nagl 80; 3. Desalle 78; 4. Cairoli 72; 5. Philippaerts 63


Lascia un commento

Debutta sul mercato statunitense la super-sportiva GranTurismo MC

Con la GranTurismo MC, Maserati offre oggi al mercato nordamericano un assaggio delle innate doti sportive della GranTurismo MC Stradale. Debutta infatti nel nuovo showroom Maserati, nel prestigioso quartiere di TriBeCa a New York, la GranTurismo MC – l’auto di serie più veloce che Maserati abbia mai commercializzato sul mercato statunitense.

Con una velocità massima di 298 km/h e un’accelerazione 0-100 km/h di appena 4,9 secondi, la GranTurismo MC concede solo 3 km/h e 0,3s all’ultra aggressiva GranTurismo MC Stradale.

La principale differenza tra la GranTurismo MC Stradale e la GranTurismo MC è nella trasmissione. La GranTurismo MC Stradale ha il cambio manuale più veloce al mondo, mentre la GranTurismo MC monta una trasmissione completamente automatica, tra le più veloci attualmente in produzione.

Maserati ha sviluppato la GranTurismo MC specificamente per il pubblico statunitense, per offrire la stessa straordinaria potenza, maneggevolezza e aerodinamicità della GranTurismo MC Stradale, senza però rinunciare alla trasmissione automatica e ai quattro posti.

L’auto è dotata di motore V8 da 4,7 litri di ultima generazione, capace di erogare una potenza di 331 kW a 7000 giri/min e una coppia di 510 Nm a 4750 giri/min, 20 Nm in più rispetto alla GranTurismo S Automatica.

Maserati ha reso il motore più reattivo, potente ed economico, grazie al programma di riduzione degli attriti che garantisce un aumento di potenza riducendo al tempo stesso i consumi del sei percento.

Lo scarico, più leggero, conserva la valvola di bypass che, una volta aperta, arricchisce e rende più intenso il rombo del motore. Inoltre, proprio come nella GranTurismo MC Stradale e nella GranTurismo MC Trofeo da competizione, gli scarichi sono posizionati al centro del paraurti posteriore.

La GranTurismo MC offre un controllo più preciso degli ammortizzatori e caratteristiche di efficienza aerodinamica tipiche delle auto da corsa, ereditate dalla GranTurismo MC Stradale, per ottimizzare l’assetto alle alte velocità senza incrementare la resistenza.