Omnia News

Tutte le news di Omnia Eventi


Lascia un commento

Progetto BISF: come funziona e cosa offre un acceleratore d’impresa

Come si trasforma un’idea in una storia imprenditoriale di successo? Quali vantaggi offrono gli acceleratori d’impresa (o incubatori) a chi sogna di trasformare un progetto innovativo in un caso di mercato? Il prossimo mercoledì 29 febbraio, alle 09:30 nell’Auditorio del Campus di Lugano dell’Università della Svizzera italiana, si cercherà di rispondere a questi interrogativi, in occasione della presentazione dei risultati finali del progetto di ricerca BISF (Business Innovazione Senza Frontiere), finanziato nell’ambito del programma intterreg IV-A.

Il progetto ha avuto per obiettivo proprio quello di potenziare i servizi e la collaborazione dei diversi acceleratori di impresa attivi a cavallo tra il Ticino e la Lombardia, in particolare quelli del Politecnico di Milano (sedi di Como, Lecco, Milano) e del Centro promozione Start-Up, istituito dalla Fondazione per le Facoltà di Lugano dell’USI.

Il progetto BISF ha permesso il consolidamento delle strutture e dei processi interni agli acceleratori coinvolti, così come la sperimentazione di nuovi strumenti di sostegno. I risultati consistono in un’erogazione più efficace dei servizi, in una migliore comunicazione e collaborazione tra gli staff degli acceleratori coinvolti, così come nella possibilità di creare possibili futuri progetti comuni tra le aziende supportate dai diversi acceleratori.

 

Programma

Ore   9.30  Registrazione partecipanti e welcome coffee

Ore 10.00  Saluto agli ospiti e benvenuto, Piero Martinoli Presidente dell’USI, Roberto  

                Poretti, Coordinatore CP Start-Up

Ore 10.10  Presentazione del capofila del progetto, partner italiano, Prof. Pierluigi Della

                Vigna, Responsabile Scientifico del Progetto

Ore 10.20  Presentazione del partner svizzero: Roberto Poretti

Ore 10.30  Presentazione risultati del progetto, Umberto Bondi, CP Start-Up

Ore 10.50  I servizi del Centro Promozione Start-Up: prossimi sviluppi, Roberto Poretti

Ore 11.10  Testimonianze: quattro start-up sostenute

Ore 12.30  Conclusione dei lavori

Annunci


Lascia un commento

Prima edizione della Milano Autoclassica

In occasione della Milano Autoclassica 17-19 Febbraio 2012 la Scuderia del Portello ha organizzato un Master Show, gara ad eliminazione diretta, con vetture Alfa Romeo Giulia GTA  e GTAM.

Sul piazzale delle Nazioni antistante i padiglioni fieristici, si sono dati battaglia ben 18 vetture condotte da noti piloti tra i quali Arturo Merzario ex driver di F1 ed indimenticato protagonista di memorabili imprese con i prototipi nelle più prestigiose piste del mondo.

Ben 40.000 visitatori hanno potuto ammirare nei tre giorni di gare le avvincenti eliminazioni su un percorso tortuoso e tecnico dove si è imposto Sabino de Castro con il numero maggiore di vittorie nelle sfide dirette e detentore del giro più veloce in gara.

Il pilota rhodense ha così ripetuto l’exploit del recente Motor Show di Bologna aggiudicandosi anche il prestigioso Trofeo del Trentennale della Scuderia del Portello.

Attorno alla pista era presente un numeroso ed appassionato pubblico che ha partecipato con grande interesse alle sfide dei piloti ed ha applaudito il giovane Sabino de Castro sia nelle fasi eliminatorie che nel gran finale dove l’ha visto protagonista.

Il pilota della GTAM, ottimamente  preparata dal team Covir di Giuseppe Co, ha reso omaggio agli entusiasti visitatori della Nuova Fiera di Milano eseguendo al termine della manifestazione esaltanti evoluzioni a ruote fumanti.

Per la cronaca, sul podio sono saliti il pilota inglese Jason Wright, Arturo Merzario e Francesco Frisone.

“Sono molto soddisfatto del risultato perché ottenuto nella mia città e a bordo di una fantastica Alfa Romeo GTAM che conducevo per la prima volta – ha dichiarato Sabino de Castro – Non immaginavo di adattarmi subito alla guida e di raccogliere il successo al debutto. Mi ha sorpreso il quattro cilindri Alfa da oltre 200 cv con un’accelerazione paragonabile alle più moderne auto sportive e con una maneggevolezza da vettura di formula. Come sempre voglio ringraziare il mio sponsor Gexpo e il Team Covir che mi ha messo a disposizione un’incredibile vettura che è risultata molto performante ed ottimamente assettata”.

Galleria fotografica

Questo slideshow richiede JavaScript.


Lascia un commento

Anteprima per la nuova Maserati GranTurismo Sport a Ginevra

La nuova Maserati GranTurismo Sport, che sarà presentata in anteprima mondiale al prossimo Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, sarà innovativa sia da un punto di vista stilistico con un elegante restyling che ne esalta il look sportivo, sia dal punto di vista prestazionale con un aumento delle performance.

Il nuovo paraurti frontale, ridisegnato da un punto di vista funzionale per l’ottimizzazione dei flussi d’aria per il raffreddamento sia del motore sia dei freni anteriori, è caratterizzato esteticamente da un nuovo teorico che si allunga dai nuovi proiettori dotati di tecnologia Led con funzione di DRL. Il posteriore vettura è caratterizzato dai nuovi gruppi ottici che adottano una più elegante e aggressiva tonalità scura.

Un significativo restyling, con un look più sportivo ed aggressivo, interessa anche gli interni con un design innovativo sia dei sedili anteriori e posteriori sia del volante.

Fedele al proprio DNA, la nuova GranTurismo Sport, sarà in grado di raggiungere prestazioni di tutto rilievo grazie all’adozione del nuovo motore V8 di 4,7 litri in grado ora di erogare 460 cavalli.


Lascia un commento

Tony Cairoli trionfa allo Starcross di Mantova

Inizia con un successo la stagione di Tony Cairoli che vince dando spettacolo e mettendo in mostra un buono stato di forma lo Starcross di Mantova.

È iniziata con una sorpresa la giornata trionfale di Tony Cairoli a Mantova. Il patron dell’Airoh, Antonio Locatelli, come aveva promesso all’indomani della conquista del quinto titolo iridato da parte di Tony, gli ha regalato la Mitsubishi Lancer Evo 10.

“Sono felicissimo di questa sorpresa. – ha detto Cairoli- Io e Antonio avevamo scommesso nel 2005 che se avessi vinto cinque mondiali mi avrebbe regalato una macchina. E così è stato. Lo ringrazio tanto per il regalo che mi ha fatto davanti a tutti gli appassionati che sono venuti a Mantova.”

Dopo avere scoperto la Evo 10 e fatto due sgommate sul rettilineo di partenza, Cairoli è andato dietro al cancello di partenza e ha aperto lo show con una perfetta prima manche.  Partito in testa ha subito staccato gli avversari e ha dunque vinto in solitaria. Alle sue spalle hanno chiuso Herlings e Bobryshev.

Nella seconda manche, Tony, si è ritrovato in mezzo al gruppo ed Herlings ha approfittato della situazione per involarsi solitario al comando, ma lo spettacolo lo ha dato Cairoli bravo a rimontare dal dodicesimo al secondo posto assoluto.

A Tony bastava amministrare il vantaggio in termini di punti su Bobryshev e Philippaerts, ma è ugualmente partito per vincere. È, infatti, è scattato al meglio, si è portato in testa, ma nei giri finali, a causa di un problema al roll-off gli occhiali che l’ha costretto a toglierli, ha permesso a Bobryshev di raggiungerlo e passarlo. Tony ci ha provato fino alla fine a vincere la manche, ma con il secondo  si è aggiudicato lo Starcross 2011.

Tony Cairoli:“Mi sono divertito oggi. È stata una gara tirata in tutte le manche. Nella prima sono partito bene e poi alla fine ho amministrato. Mentre nella seconda ho dato il massimo per recuperare e nella terza un problema agli occhiali mi ha fatto perdere ritmo e alla fine ho finito secondo.

Abbiamo raggiunto un buon livello di preparazione e sono contento di iniziare con la vittoria dello Starcross la stagione. Proseguiremo la preparazione al mondiale con gli Assoluti d’Italia che prenderanno il via domenica prossima a Montevarchi.”

CLASSIFICA FINALE STARCROSS: 1. Cairoli (KTM); 2 Bobryshev; 3. Philippaerts


Lascia un commento

Il 1 aprile inizia a Monza l’International GTSprint Series 2012

Ad un mese e mezzo dalla partenza di Monza, cresce l’interesse per la serie internazionale GT Sprint, che si preannuncia sempre più emozionante ed avvincente

La data dell’1 aprile si avvicina velocemente e l’interesse intorno all’INTERNATIONAL GTSPRINT SERIES, che giunge quest’anno alla sua terza edizione, cresce sempre di più. I rappresentanti di 20 Team e di importanti Case costruttrici si sono incontrati la scorsa settimana a Bologna per discutere e pianificare il proprio impegno nella Serie Internazionale promossa da FG GROUP, che pone le basi del suo successo sul format del weekend di due soli giorni, su gare di tipo “sprint” di 30’ ciascuna e sulla leadership nella comunicazione mediatica. Una “formula” che in breve tempo ha posto l’INTERNATIONAL GTSPRINT SERIES al centro del panorama Granturismo internazionale, anche grazie all’abbinamento con i weekend della SUPERSTARS SERIES, facendo registrare presenze record di pubblico in autodromo e potendo sempre contare su una esclusiva e capillare copertura mediatica, che lo scorso anno ha reso possibile la copertura televisiva in ben 175 Paesi del mondo con oltre 1780 ore di trasmissione (Rai Sport per l’Italia).
Un valore media, quello della INTERNATIONAL GTSPRINT SERIES, quantificabile ad oggi in 36 milioni di euro. Un aspetto prettamente commerciale a cui vanno ad aggiungersi, a partire da quest’anno, alcune importanti novità sportivo regolamentari, come l’assegnazione del Titolo Internazionale riservato alle classi GTS2 e GTS3 e l’istituzione di un Trofeo Internazionale dedicato alla GTS Cup.

«Ci sono tanti campionati GT in Europa, doppioni l’uno dell’altro – ha detto Amato Ferrari, di AF Corse ma il fatto di avere la possibilità di disputare due gare “sprint” differenzia questa Serie dalle altre, oltre al fatto che è l’unica nell’ambito delle Granturismo a permettere la partecipazione anche di un solo pilota. Si tratta di una formula intelligente per le GT».

«Lo scorso anno la nostra partecipazione alla INTERNATIONAL GTSPRINT SERIES è stata molto positiva. – è stato invece il commento di Rossella Orlando, della Autorlando SportNel 2012 vogliamo ripetere questa stessa esperienza, ma schierando due vetture al posto di una. Abbiamo avuto riscontri favorevoli anche dai piloti, contenti di potere guidare da soli e di non dovere dividere la vettura con altri. Poi, il prestigioso arrivo di Hankook e la conferma di Shell, sono ulteriori elementi che confermano la bontà della nostra scelta».

Altro fattore tutt’altro che trascurabile è il calendario degli appuntamenti: sette doppi round su alcuni dei circuiti in assoluto più belli d’Europa, incluse tre trasferte all’estero. Dopo Monza si andrà infatti a Imola (22 aprile), per poi proseguire con le tappe di Mugello (3 giugno), la novità dell’Hungaroring (1 luglio), Spa-Francorchamps (15 luglio), Portimão (16 settembre) e Vallelunga (7 ottobre). L’INTERNATIONAL GTSPRINT SERIES è inoltre oggi l’unica serie GT che permette la partecipazione anche di un solo pilota, senza limiti di tempo nella guida, senza soste obbligatorie ai box e con un sistema semplificato di “balance of performance”. Una serie che, per tutti questi motivi, piace sempre di più, come testimoniato dalle parole di alcuni dei rappresentanti dei Team più attivi.

«Il fatto che l’INTERNATIONAL GTSPRINT SERIES possa contare su una copertura televisiva importante in differenti paesi del mondo, è un elemento fondamentale per un team come il nostro impegnato in un ambito internazionale. L’aspetto mediatico porta sicuramente valore aggiunto alla categoria e siamo felici di poter dichiarare che ci stiamo organizzando per essere anche noi al via della stagione 2012» ha commentato Graziano Mamprin, della Villorba Corse.


Lascia un commento

Tra storia e innovazione atterra a Ginevra la nuova supercar di Touring Superleggera

Ecco le prime immagini della DISCO VOLANTE 2012

 

Per il terzo anno consecutivo, Touring Superleggera si presenta a Ginevra con un’anteprima mondiale.

È una celebrazione dell’anima sportiva Touring, e s’ispira alla famosa Alfa Romeo C52 “Disco Volante” di 60 anni fa.

 La Disco Volante 2012 è un coupé 2 posti a motore anteriore basato sulla meccanica Alfa Romeo 8C Competizione, rivolto alla guida veloce e sportiva su lunghe percorrenze. Come nella recente tradizione Touring, la Disco Volante 2012 è destinata ad essere prodotta a mano in piccolissima serie per clienti che cercano una vettura sportiva esclusiva.

Le meccaniche prestazionali Alfa Romeo hanno spesso ispirato Touring  Superleggera nel realizzare forme innovative. La C52, disegnata nel 1952, ne è uno dei migliori esempi. Destinata alle corse, portò all’estremo la ricerca aerodinamica ottenendo un coefficiente di penetrazione di 0,25, inferiore a quello di molte sportive dei giorni nostri. Fu soprannominata “Disco Volante” per le forme avveniristiche e per la curiosità suscitata dalle nascenti esplorazioni spaziali, e influenzò il disegno di molte automobili del decennio successivo.

La Disco Volante 2012 ne reinterpreta i temi di aerodinamicità, connotazione sportiva e ricerca dell’essenziale, con  un elemento di drammaticità dato dalla larghezza importante del frontale.

La nuova carrozzeria che riveste il telaio spaceframe dell’8C Competizione è battuta a mano in alluminio, con elementi in carbonio, negli atelier Touring, rispettando la qualità nel design, il rigore esecutivo e la tradizione di artigianalità tipici del carrozziere e designer milanese.

La Disco Volante 2012 conserva integralmente la meccanica dell’Alfa Romeo 8C Competizione.

L’architettura è a motore anteriore, cambio transaxle e trazione posteriore. Il propulsore V8 da 4,7 litri e 450 CV, il cambio MTA a 6 rapporti con comando a palette, il differenziale a slittamento limitato, le sospensioni a quadrilatero e i freni autoventilanti generosamente dimensionati sono una garanzia di precisione, agilità e prestazioni entusiasmanti.

La Disco Volante 2012 sarà presentata al Salone di Ginevra martedì 6 marzo 2012 alle 14.00 sullo stand Touring Superleggera (padiglione 1, stand 1251).


Lascia un commento

La Maserati ad Autoclassica 2012

Maserati sarà presente con un proprio stand presso il Salone del Veicolo d’Epoca Milano Autoclassica, che si terrà dal 17 al 19 febbraio 2012 negli spazi del nuovo polo fieristico di Rho Fiera (Milano).

E’ la prima partecipazione ufficiale della Maserati a un salone riguardante i veicoli storici: un’occasione speciale di grande rilevanza, poiché sarà presentato al pubblico anche il nuovo Ente Maserati Classiche, un organismo dedicato alle  vetture d’epoca della Casa del Tridente e alla promozione del grande patrimonio storico dell’azienda di Modena.

Sullo stand Maserati saranno presenti tre importanti modelli storici del Tridente: la formidabile monoposto da competizione 6C 34; la lussuosa 3500 GT; e l’elegantissima Ghibli Spyder. Vicino a loro, saranno allineate le degne eredi di un così prestigioso passato: la GranTurismo S Automatica e la GranCabrio Sport – oggi come allora automobili al vertice nella loro categoria.

Lo stand, pensato per ricreare l’inconfondibile atmosfera Maserati delle grandi manifestazioni internazionali, comprenderà anche uno spazio per il Maserati Store, dove il pubblico avrà l’opportunità di acquistare i prodotti esclusivi delle linee Maserati Classiche, MC e Contemporanea.