Omnia News

Tutte le news di Omnia Eventi


Lascia un commento

GT Open: buon 4° posto per Ombra nel difficile weekend del Paul Ricard

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ombra Racing ha impresso un buon avvio al proprio impegno nel GT Open 2013, iniziato lo scorso weekend con l’evento sul circuito francese del Paul Ricard.

Dopo un weekend disputato in condizioni meteo difficili ed imprevedibili, con pioggia battente, freddo e addirittura nebbia a farla da padroni, la squadra guidata da Davide Mazzoleni è tornata in Italia con un quarto posto come miglior risultato, una buona dimostrazione di forza che però non rende del tutto giustizia al potenziale del team.

Le condizioni meteo non avrebbero potuto essere peggiori di quelle che le squadre del GT Open si sono trovate a fronteggiare a Le Castellet, con la nebbia che ha addirittura costretto la Direzione Gara a modificare il programma del sabato. Condizioni così difficili non hanno facilitato il lavoro dei ragazzi di Ombra, che già dovevano mettere alla prova l’affiatamento con due coppie di piloti completamente nuove: se Mario Cordoni e Joel Camathias avevano almeno avuto modo di conoscersi nei test di Marzo a Barcellona, la stessa cosa non si poteva dire per Stefano Costantini e Jack Clarke, che non si erano mai visti prima ed erano al debutto sia sulla Ferrari 458 GT3 che con lo staff tecnico. Nonostante questo, il team bergamasco ha gestito la situazione al meglio. Al sabato, dopo un approccio cauto in Qualifica a causa delle condizioni della pista, entrambe le vetture della Ombra Racing hanno risalito la classifica con autorità: Costantini-Clarke hanno così raggiunto il 4° posto di Classe GTS mentre Cordoni-Camathias hanno concluso non lontani in ottava piazza. Per la domenica il team ha poi optato per un assetto da bagnato intenso che si è dimostrato buono ma non ideale, visto che poco prima della gara ha smesso di piovere. Le due vetture di Ombra hanno ancora messo in evidenza un passo veloce e sicuro tagliando il traguardo in tandem in settima (Costantini-Clarke) e ottava posizione (Cordoni-Camathias).

Davide Mazzoleni, Team Manager: “Era un weekend particolare per noi visto che era la prima occasione di mettere in pista il team con i nuovi equipaggi al completo e verificare se ci sarebbe stato un buon feeling. Considerando questo aspetto e il meteo pessimo che abbiamo trovato direi che possiamo ritenerci soddisfatti di quanto abbiamo ottenuto al Paul Ricard. Sono rimasto sorpreso da quanto Stefano e Jack si siano trovati d’accordo fin da subito, sia sullo stile di guida che sull’approccio da adottare. Hanno un gran potenziale e hanno sia velocità che visione di gara, cosa che hanno mostrato chiaramente con la rimonta del sabato, ottenuta con un ritmo rapido e costante mentre gli avversari commettevano errori a ripetizione.

Meritano i complimenti anche Joel e Mario, specialmente per il modo in cui hanno guidato in Gara 2. Cordoni negli ultimi giri andava più forte di alcuni piloti professionisti ed è riuscito a prendere Zanuttini, passandolo con una gran manovra. A giudicare dal sorriso che aveva sul volto a fine gara direi che si è divertito! Ora non vediamo l’ora che arrivino le prossime gare. Le nostre macchine sono sempre andate forte con il caldo, e per i prossimi round non ci aspettiamo certo le temperature invernali che abbiamo trovato in Francia”.

Annunci


Lascia un commento

Montali e Bianco i protagonisti nella Coppa Italia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel secondo appuntamento stagionale della Coppa Italia nuove affermazioni per Riccardo Bianco e per Fabrizio Montali. Come già a Vallelunga ad inizio aprile dove fra l’altro Bianco era stato il migliore dopo Invernizzi iscritto fuori classifica, i due non hanno però vita facile nell’assicurarsi le vittorie giunte solo nel finale delle gare.

Nella 1° Divisione a contendere lo scettro del più bravo a Bianco (Porsche 997 GT3 Cup) è uno scatenato Riccardo De Bellis, anche lui su una simile vetture di Stoccarda. In gara 1 partito dalla terza casella in griglia, De Bellis infila Bianco autore della pole e Daniele Bigolin scattato dalla seconda piazza. Ottimo avvio anche per Fondi che si porta dietro il battistrada e davanti a Bigolin. I quattro danno vita a un confronto serratissimo, con Bianco che si riprende il maltolto al secondo giro, con un sorpasso di carattere alla Cavanella. Riconquistata la leadership, Bianco si invola.

Alle sue spalle si innesca una bella bagarre tra De Bellis e Fondi per la piazza d’onore, con quest’ultimo che dal settimo giro rallenta, perdendo contatto dall’avversario. Alle sue spalle rinviene Bigolin che, in volata, si deve accontentare del quarto posto alle spalle dell’esperto pistoiese.

In gara 2 la vittoria per Bianco arriva sul filo di lana dopo un serratissimo corpo a corpo durato praticamente tutta la gara con De Bellis. Dopo un via molto concitato, che ha visto inserirsi nelle prime fasi di bagarre anche Daniele Bigolin e Maurizio Fondi, le due lepri si sono date alla fuga. Fondi centra la terza posizione, seguito a breve distanza da Luca Bonetti, autore di una prova consistente che lo ha parzialmente ripagato di una gara 1 sottotono. Bigolin, dopo un avvio scoppiettante, ha perso posizioni innescando, però, un bel confronto con Stefano Crotti e Loris Dal Degan che, su Alfa Romeo 155 Dtm, si riscatta dall’esordio sfortunato di Vallelunga e conquista la supremazia tra le vetture non Porsche.

In 2° Divisione, poker di affermazioni per Montali (Bmw 320i) che dopo le vittorie a Vallelunga si conferma il più veloce anche ad Adria. In gara 1, partito dalla pole, Montali viene scalzato da Jonatan Giacon al suo debutto su Seat Leon, che resiste strenuamente al forcing estenuante dell’alfiere Bmw. Il corpo a corpo, durissimo, si conclude al quarto giro, quando Montali si invola, seguito da un comunque rapido Giacon. Serratissima la battaglia per il terzo posto tra Cacciari (Seat Leon) e Destro (Opel Vectra), con continui cambi di posizione. Al penultimo giro il driver della Opel compie un errore e lascia strada libera non solo a Cacciari, ma pure a Lorenzo Pasquinelli che, così, conclude al quarto posto davanti a Destro e al campione in carica Raffaele Gurrieri (Renault Clio).

Simile copione in avvio di gara 2 dove è sempre Giacon a fare l’andatura con Montali che viene anche sfilato da Gurrieri poi però largo all’ultima curva del rettilineo e passato dallo stesso Montali e da Destro. Quest’ultimo prova ad infilare Montali che però riesce a chiudere ogni varco e al contrario accorcia su Giacon riuscendo a passarlo insieme anche a Destro e Gurrieri che finiscono nell’ordine a podio. Dietro di loro nuovo duello fra Enrico Bettera e Alessandro Cacciari (entrambi su Seat Leon Supercopa) che hanno dato vita a uno tra i duelli più accesi di tutto il weekend. Buone prestazioni anche per i giovani Trebbi (Renault Clio Cup) e Fiore (Chevrolet Cruze Cup) che hanno pagato la minor potenza delle loro vetture. In seguito a ricorso tecnico avanzato da Gurrieri nei confronti di Montali la classifica rimane tuttavia subjudice.

Prossimo appuntamento per tutti fra sole due settimane a Imola con la terza prova in programma l’11 e 12 maggio.


Lascia un commento

AF Corse si aggiudica la prima della Super Cars Series ad Aragon

Super Cars AragonE’ della AF Corse con Tanakorn Ramindra e Cedric Sbirrazzuoli su Ferrari 458 GT3 la “prima” della Super Cars Italian Series. Ad Aragon, il duo spagnolo monegasco, al termine delle due ore di gara, ha avuto la meglio sui campioni portoghesi 2012 Campanico/Viera in equipaggio col finlandese Eskelinen su Audi R8 LMS Ultra e sul trio portoghese della Oasis MotorsportFerreira/Carvalho/Ferrao (Ferrari 430 Challenge), primi assoluti di classe.

Per l’inedito duo della AF Corse la vittoria si concretizza durante il secondo stint quando, grazie anche alle diverse strategie delle soste rifornimento, passano in testa amministrando il vantaggio fino alla bandiera a scacchi.

La gara si apre all’insegna di Fontes che, sulla Mercedes SLS AMG GT3 della Sports and You, sorprende dalla seconda piazza la vettura autrice della pole di Campanico, Eskelinen e Viera con quest’ultimo al volante che preferisce non rischiare nelle prime battute e studiare il rivale. La sua risposta arriva al secondo giro quando al tornantino alla fine del rettilineo principale infila il rivale e si riporta in testa facendo l’andatura. La sfida si accende così per gli ultimi due gradini del podio con dietro la Mercedes SLS incalzata dalla Ferrari condotta da Ramindra e dalla seconda Audi R8 LMS Ultra del Team Novadriver con Buri al volante.

Alla apertura della prima finestra per i cambi pilota i primi ad entrare sono proprio le due vetture inseguitrici con la AF Corse che opta per una prima sosta breve di solo rifornimento senza cambiare le gomme. Simile strategia anche per la Sport and You anche se la loro sosta è leggermente più lunga. Nel frattempo si complica la gara della Porsche della Racing for Porto, primi nella classe Cup ma con problemi al cambio che nel corso della gara costringerà Baptista, Dias e Machado a correre usando esclusivamente la quarta e la quinta marcia. Problemi al cambio anche per l’Audi di Ramos subentrato a Buri dopo la sosta ma subito ai box per due volte prima di ritirarsi.

In questi frangenti inizia il forcing di Sbirrazzuoli che riesce a girare costantemente sotto la soglia dei due minuti e a guadagnare secondi preziosi sui rivali, ultimi ad effettuare la prima sosta, e che hanno optato per un primo stop più lungo. Si arriva così agli ultimi quaranta minuti di gara, con la finestra della seconda sosta obbligatoria con i nuovi battistrada con oltre due giri di vantaggio. La sosta più lunga dei battistrada, per rispettare i cinque minuti minimo complessivi delle due soste, imposti da regolamento consente agli inseguitori di recuperare due tornate e di portarsi a meno di un minuto dal battistrada. Nonostante anche un drive through comminato ai leader per sosta non regolamentare con il loro tempo di 5 decimi inferiore ai cinque minuti previsti, Ramindra riesce a prendere bandiera con 39 secondi di margine. L’ultimo colpo di scena lo offre Fontes che si ritira a dieci minuti dalla fine con la Mercedes #7 per problemi di surriscaldamento.


Lascia un commento

Kuppens: prima vittoria al Paul Ricard

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Renaud Kuppens del Konvex Motorsport sigla la prima vittoria della stagione del Maserati Trofeo MC World Series. Il pilota belga s’impone nel circuito francese del Paul Ricard partendo dalla pole position, sfruttando anche un’indecisione allo start del suo più diretto inseguitore, Alan Simoni. Ad opporre resistenza al campione in carica del monomarca del Tridente è stato il debuttanteAlberto Cola che a più riprese, siglando giri veloci a ripetizione, ha cercato di recuperare il distacco dal belga, riuscendo a tagliare il traguardo al secondo posto, ma poi retrocesso in terza posizione. Cola ha dovuto scontare una penalità di 25 secondi per una partenza anticipata. I giudici hanno comminato la stessa sanzione a Patrick ZampariniRiccardo Romagnoli e Daniel Waszcinzki.

Secondo quindi nella graduatoria un altro debuttante del campionato, Niki Cadei (e primo nella classe Pirelli Drivers Cup), che ha chiuso davanti ad Alan Simoni una gara disputata sotto la pioggia. Il meteo è stato sicuramente il protagonista di questa giornata, soprattutto con la nebbia che ha spinto i commissari a sospendere le attività in pista per lungo tempo fino ad annullare la seconda sessione di qualifiche del Trofeo Maserati. In virtù di questa decisione, la griglia di partenza delle due gare previste per domani sono determinate dai risultati delle prime qualifiche e pertanto Kuppens partirà in entrambe le occasioni in pole position.

Da segnalare il quinto posto finale del giornalista russo Maxim Akhtyamov, ospite della gara e pertanto trasparente ai fini della classifica, oltre che il settimo di un’altra new entry, il danese Mikkel Mac.

Gara 2 è in programma domani mattina dalle 9.55 alle 10.25, mentre gara 3 dalle 14.35 alle 15.25 e sarà trasmessa in diretta su SportItalia 2 per il territorio italiano e su MotorsTv all’estero.

Renaud Kuppens: “Non potevo chiedere di meglio. Una vittoria costruita da una qualifica perfetta che mi ha permesso di partire dalla prima posizione. Rispetto a questa mattina le condizioni meteo sono cambiate considerevolmente ed è stata più dura, con nuovi punti di riferimento da trovare in ogni curva. Alla partenza, dopo due tornate alle spalle della safety car ho approfittato di una distrazione di Simoni e sono riuscito a prendere il largo. A metà della prova Alberto Cola ha cercato di mettermi in difficoltà e per poco a causa di un mio errore non rischiavo di compromettere tutto. Per fortuna sono riuscito a recuperare e a tagliare il traguardo per primo”.

Risultati Gara 1
1. Renaud Kuppens 31’19.281*
2. Cadei/Pellegrinelli 31:35.934
3. Cola/Gobbo 31:48.261

*Iscritto nella graduatoria Pirelli Team Cup

Le classifiche complete sono caricate sul sito www.maseraticorse.it dove sono disponibili, approfondimenti, interviste e le immagini del primo round del Maserati Trofeo MC World Series.


Lascia un commento

Due vetture per Ombra Racing nel GT OPEN Costantini-Clarke con il team al Paul Ricard

Ombra_Costantini_ClarkeTutto è pronto nella sede del team Ombra Racing per il primo appuntamento della stagione 2013 dell’International GT Open, in programma il prossimo weekend al Paul Ricard.
Il team bergamasco è felice di annunciare che per la sua seconda stagione al via della Serie organizzata da GT Sport l’impegno in pista verrà raddoppiato rispetto al 2012.
Saranno quindi due le Ferrari 458 GT3 schierate negli otto appuntamenti del campionato dagli uomini guidati da Davide Mazzoleni: a Le Castellet una delle due vetture sarà guidata, come già annunciato, da Joel Camathias e Mario Cordoni, mentre saranno Stefano Costantini e Jack Clarke a dividersi il volante della seconda Ferrari. 29enne, Costantini è pronto al salto di qualità dopo due buone stagioni nella Porsche Carrera Cup Italia; al suo fianco ci sarà Clarke, uno dei più promettenti giovani del motorsport britannico, con alle spalle tre stagioni in Formula 2 e reduce da un 2012 in cui ha debuttato con ottimi riscontri nelle competizioni GT.
Il team viene da una settimana di durissimo lavoro, necessario per preparare la seconda Ferrari 458 GT3 alla gara in terra francese: la vettura è infatti arrivata in officina solo nella tarda serata di venerdì scorso ed è stata smontata e revisionata in soli 5 giorni. Un rapido shakedown è stato completato con successo ieri (giovedì 24 aprile) a Franciacorta con Costantini alla guida.
Nonostante il poco tempo a disposizione il team è riuscito anche a dare una nuova colorazione alla vettura. La verniciatura mantiene il colore blu tipico del team e l’intera livrea è un tributo a quella usata da Ombra Racing nel GP di Macao di F3 del 2008, sulla vettura guidata dal giapponese Masaki Matsushita.
Davide Mazzoleni, Team Manager: “Dopo un 2012 così positivo per un debutto nelle competizioni GT, per quest’anno abbiamo pensato che raddoppiare l’impegno fosse la cosa giusta da fare. Così facendo raddoppiano anche le possibilità di cogliere un buon risultato, e con le line-up di piloti che abbiamo annunciato mi sento di dire che siamo davvero fiduciosi. Siamo felici di accogliere nel team Stefano e Jack, che non solo sono rapidi ma hanno anche la giusta esperienza per sfruttare al massimo la nostra vettura.
Vorrei anche dire un grosso grazie al nostro staff tecnico: hanno lavorato giorno e notte perché la seconda vettura fosse pronta in tempo per questa gara, e nonostante i tempi strettissimi hanno portato a termine un lavoro davvero perfetto. Lo stesso ringraziamento va anche ai nostri partner tecnici e ai fornitori, che hanno fatto del loro meglio per renderci il lavoro più facile, con la stessa dedizione che mostrano da sempre”.


Lascia un commento

Sarà Marco Mapelli a dividere con Christian Passuti l’abitacolo della Porsche GT3R dell’Antonelli Motorsport

mime-attachmentIl campione Italiano GT Cup 2010 rientra nel tricolore GT dopo una stagione nella Carrera Cup e l’impegno nell’International GT Open dello scorso anno. Definiti anche gli equipaggi che prenderanno parte alla GT Cup.

È’ ufficiale, Marco Mapelli andrá ad affiancare Christian Passuti al volante della Porsche GT3R dell’Antonelli Motorsport nella impegnativa classe GT3 del Campionato Italiano Gran Turismo, che scatterá da Misano Adriatico il 5 maggio.

Il 25enne pilota lecchese rientra nella serie italiana che lo aveva visto campione GTCup nel 2010 con la Ferrari F430 in coppia con Fabio Mancini, dopo due proficue stagioni nella Carrera Cup Italia (1^ nell’Under 25) e nell’International GTOpen (3^assoluto).

Dopo il buon finale di stagione 2012, la GT3R della Casa di Stoccarda si presenta al via tra le vetture da battere, forte di un equipaggio di assoluto rilievo che si inserirá di diritto nella lotta per il titolo della GT3.

Marco Antonelli ha definito, inoltre, gli equipaggi che andranno a comporre la pattuglia impegnata nella GT Cup. Tre le 911 GT3 Cup schierate, tutte nella 1^Divisione, affidate a Donativi-Gioia, Galbiati-Brambati e Marco Magli, che per il momento inizierá da solo la stagione.

 


Lascia un commento

50 anni di Nomadi per festeggiare i 25 anni della Pubblica Assistenza Valtidone

IMG_1981Un grande evento di musica, divertimento e solidarietà per festeggiare insieme i 25 anni della Pubblica Assistenza Val Tidone-Val Luretta”. Questo il messaggio lanciato dal Presidente della Pubblica Assistenza valtidonese Giuseppe Borlenghi nel presentare, nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la sede del sodalizio, il concerto che i Nomadi terranno presso i giardini di Villa Braghieri a Castel San Giovanni il prossimo 2 giugno.

La Pubblica Assistenza – ha spiegato Borlenghi – è nata 25 anni fa in modo anche un po’ pioneristico, in una situazione non dissimile da oggi, quando si avvertiva cioè forte la necessità di dare una mano alla popolazione in difficoltà. Da assistenza sociosanitaria però si è trasformata in una realtà che si occupa oggi di emergenze anche gravi. Oggi abbiamo 6 ambulanze, 1 automedica, una sede grazie all’Amministrazione comunale e un gruppo affiatato di volontari che si trovano spesso a fronteggiare situazioni ed eventi anche molto gravi. Anche per questo abbiamo pensato di rendere il 25° anno di attività un momento indimenticabile per noi, ma anche per il territorio di Castel San Giovanni. Abbiamo deciso così, con l’aiuto e il supporto fondamentale del Comune di Castel San Giovanni e della Pro Loco, di organizzare il concerto dei Nomadi, gruppo storico che per fortunata coincidenza quest’anno celebra i suoi 50 anni di vita. Per entrambi, quindi, il 2 giugno sarà un momento di festa, che intendiamo dedicare al nostro territorio e a tutti quelli che parteciperanno”.

I Nomadi, gruppo storico della musica italiana, ripercorreranno sul palco di Villa Braghieri i 50 anni della loro vita musicale, attraverso i più significativi brani contenuti nei 76 album pubblicati fino ad oggi. Un gruppo in continua evoluzione, con 23 componenti che si sono alternati negli anni mantenendo come trait d’union e memoria storica l’impareggiabile tastiera di Beppe Carletti, autore tra l’altro del libro appena pubblicato “Io vagabondo”, che racconta la sua storia personale attraverso quella dei Nomadi, dei loro raduni, delle loro centinaia di concerti all’anno su ogni piazza e in ogni palazzetto. Sarà un tuffo nel passato, nel ricordo della indimenticabile voce di Augusto Daolio, ma anche dei cantanti che si sono susseguiti nella formazione dei Nomadi, fino all’arrivo di Cristiano Turato, presentato al pubblico del raduno di Novellara nel febbraio del 2012. La musica dei Nomadi è da sempre un messaggio di denuncia, ma anche di impegno civile e il legame con il “popolo nomade”, che fedelmente li segue in tutti i loro appuntamenti, non è mai venuto meno in questi anni.

Non solo festa, però. Il concerto dei Nomadi del 2 giugno, che inizierà alle ore 21.00 con apertura cancelli dalle ore 15.00, sarà anche momento di solidarietà, dal momento che i proventi saranno utilizzati per l’acquisto di una nuova ambulanza. “La vecchia – spiega Borlenghi – quella che andremo a sostituire, verrà donata in Senegal a un ospedale pediatrico, che spero presto di potere andare a visitare”.

A prendere la parola dopo il Presidente Borlenghi è stato il Sindaco di Castel San Giovanni, Carlo Capelli che nell’elogiare la Pubblica Assistenza, ha ricordato il valore del volontariato, soprattutto in ambito sociosanitario, e l’importanza di “un’attività che si è evoluta nel tempo, che oggi pare passare quasi in sordina come se il fatto di esserci sia una normale certezza”. “Ringrazio a nome della città prima ancora che dell’Amministrazione comunale la Pubblica Assistenza Val Tidone, anche per questo evento che simbolicamente verrà celebrato il 2 giugno, Festa della Repubblica e giorno di unità nazionale, quell’unità che l’Italia oggi sembra aver perso, ma di cui si sente enorme bisogno”.

A fornire anche le informazioni più tecniche sull’evento è toccato al Presidente della Pro Loco di Castel San Giovanni, Sergio Bertaccini, che ha voluto ricordare come il sodalizio castellano svolga un’attività volontaristica per la promozione del territorio e di supporto a tutte le associazioni presenti. “Anche in questo caso metteremo il massimo impegno per la perfetta realizzazione dell’evento, che è momento di gioia e di festa, ma anche di solidarietà. Ringraziamo tutti coloro che si stanno impegnando in questa impresa, a partire dai commercianti di Castel San Giovanni per la disponibilità dimostrata anche nella vendita dei biglietti”.

I biglietti di ingresso, con una riduzione sul costo pieno, sono già acquistabili presso moltissimi punti vendita nella nostra provincia e nelle province limitrofe, oltre che in tutte le filiali della Banca di Piacenza, che è partner organizzativo. L’elenco ufficiale dei punti vendita e le altre informazioni sull’evento sono reperibili sui siti della Pubblica Assistenza Val Tidone (www.pavaltidone.it) e della Pro Loco di Castel San Giovanni (www.prolococastello.com) oltre che sul sito dedicato www.nomadi2giugno.com. La prima fase di vendita terminerà il 15 maggio, dopo di che saranno reperibili i biglietti a prezzo pieno. L’ingresso sarà gratuito per i disabili e per i bambini sotto i 12 anni. Inoltre, dalle ore 15.00 del 2 giugno saranno allestiti da parte della Pro Loco di Castel San Giovanni alcuni stand gastronomici presso i giardini di Villa Braghieri dove potranno essere gustati i prodotti tipici del territorio piacentino, panini e birre.

I migliori saluti.