Omnia News

Tutte le news di Omnia Eventi


Lascia un commento

Fulvio Maria Ballabio ritorna in pista a Varano nella Green Hybrid Cup

Fulvio Maria Ballabio e Confartigianato motori a VaranoAnche Fulvio Maria Ballabio, titolare della Montecarlo Automobile, ha preso parte sul circuito di Varano de Melegari all’ultima tappa della Green Hybrid Cup della BRC Gas Equipment, che ha assegnato il titolo 2013 ad Alessandra Brena, dopo un avvincente sfida con Jimmy Ghione.

A 31 anni di distanza dalla vittoria ottenuta a Varano al volante di una Martini Alfa Romeo di Formula 3,  l’imprenditore e pilota milanese – che nel 1987 girò su questo circuito con una Dallara F.1 – a bordo della sua Kia n. 55, ha fatto rivivere il ricordo dei mitici duelli che nei primi anni 80 lo vedevano impegnato con Antonio Padrone e con il compianto pilota piacentino Cesare Passoli. Presenti in circuito i fratelli di Cesare, che Ballabio ha voluto incontrare, dedicando uno speciale pensiero al compagno di gare e gli strepitosi piazzamenti ottenuti nel fine settimana, con il terzo miglior tempo ottenuto sul bagnato.

In circuito a Varano anche Mariano Costamagna, Presidente della BRC Gas Equipment, organizzatrice della Green Hybrid Cup, che insieme a Fulvio Maria Ballabio ha ricevuto la visita all’Autodromo “Riccardo Paletti”, di una delegazione della Associazione Confartigianato Motori composta da Antonio Mariani, Alessandro Angelone e Alessandro Micheli. Confartigianato Motori, nel mese di settembre, in occasione del Gran Premio di Monza di Formula 1 ha premiato la BRC con il Premio Confartigianato Motori Tecnologia e Ambiente per la sua collaborazione con la Montecarlo Automobile Group dello stesso Ballabio: lo speciale riconoscimento è assegnato ogni anno dalla Confartigianato alla squadra o al costruttore che ha adottato accorgimenti o tecnologie atti a ridurre i consumi e salvaguardare l’ambiente.

Annunci


Lascia un commento

Spa: Fisichella-Bruni vincono in GTE Pro su Ferrari 458 Italia GT2

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giancarlo Fisichella e Gianmaria Bruni, su Ferrari 458 Italia GT2 numero 51 di AF Corse, vincono la “6 Ore di Spa” (categoria GTE Pro); Kamui Kobayashi e Toni Vilander chiudono terzi (GTE Pro) su Ferrari 458 Italia GT2 numero 71 di AF Corse; Enzo Potolicchio, Rui Aguas e Matteo Malucelli fanno loro categoria GTE Am con Ferrari 458 Ita- lia GT2 numero 81 di 8Star Motorsports (gestita tecnicamente da AF Corse). E’ un bilancio decisamente entusiasmante quello che emerge dal secondo appuntamento del FIA World Endurance Championship (WEC).

Fisichella e Bruni partivano dalla seconda posizione. Dopo 20 minuti dal via, hanno preso il comando della gara. Da quel momento, il vertice della classifica ha visto un continuo capovolgimento di fronte con Bruni-Fisichella che, a più riprese, hanno ceduto il passo ai compagni di squadra e all’Aston Martin numero 98. In tutto questo, hanno giocato un ruolo determinante due “stop and go” inflitti alla vettura 51 (per non aver rispettato i limiti della pista e per un sorpasso effettuato in regime vietato), qualche episodio poco fortunato (tra cui il contatto con una Porsche) e l’ingresso in pista della Safety Car. Nonostante tutti questi fattori, bravura dei piloti, giusta strategia elaborata al muretto ed abilità dei meccanici hanno permesso la vittoria finale.

Diversa la gara dell’altra Ferrari vincitrice, la numero 81 di 8Star Motorsports. Potolicchio, Aguas e Malucelli partivano dalla seconda posizione; il trio ha preso il comando della cate- goria GTE Am dal quinto giro, senza più mollarlo. Una gara perfetta, dall’inizio alla fine, vinta grazie ad un passo irresistibile per gli avversari.

Nella stessa categoria, in 8° posizione la Ferrari 458 Italia GT2 numero 54 di AF Corse gui- data da Howard Blank, Yannick Mallegol e Jean Marc Bachelier; i tre erano al debutto nel WEC. Al 9° posto c’è la Ferrari numero 61 di AF Corse con l’equipaggio composto da Jack Gerber, Marco Cioci e Matt Griffin. La loro gara è stata condizionata da un problema all’al- bero di trasmissione che ha costretto una sosta ai box di 30 minuti.

Nella classifica costruttori GT, Ferrari è prima con 71 punti. AF Corse è al secondo posto tra i Team GTE Pro con 36 punti, 5 in meno di Aston Martin Racing. Anche 8 Start Motorsports è secondo (40 punti, 4 in meno di Aston Martin Racing) nella classifica Team GTE Am. Nel FIA Endurance Trophy GT Drivers, Fisichella e Bruni sono al terzo posto con 36 punti; Ko- bayashi e Vilander occupano la quarta posizione con 33 lunghezze (al comando c’è Bruno Senna con 44 punti). Nel FIA Endurance Trophy GTE Am Drives, Potolicchio ed Aguas sono secondi con 40 punti (4 dal vertice, occupato da Simonsen, Nygaard e Poulsen ); Malucelli segue in 4° posizione con 25 punti (l’italiano ha corso una gara in meno dei compagni di squadra). Gerber-Cioci-Griffin sono ottavi (6 punti) e Blank-Mallegol-Bachelier occupano la nona piazza (4 punti).


Lascia un commento

Mirko Venturi fà sua la pole di gara 2

mime-attachmentDopo la Porsche nel primo turno, ora è la volta della Rossa di Maranello che con il portacolori del Black Bull Swisse Racing ha preceduto la GT3R di Christian Passuti e la BMW di Stefano Colombo.

E’ del reggiano Mirko Venturi, al volante della Ferrari 458 Italia, il miglior tempo (1’36.105) nella seconda sessione di prove ufficiali concluse al Misano Word Circuit.

Pertanto, il pilota del Black Bull Swisse Racing domani scatterà dalla pole in gara-2 e troverà al suo fianco il bolognese Christian Passuti (1’36.630) con la Porsche GT3 R dell’Antonelli Motorsport.

Dalla seconda fila scatteranno il campione in carica della classe GT3, Stefano Colombo (BMW Z4-ROAL Motorsport), che ha fatto fermare i cronometri a 1’37.272, e l’astigiano Dindo Capello (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) che ha concluso con il crono di 1’37.298.

In terza fila andranno a schierarsi Giuseppe Cirò (1’37.810) con la Ferrari 458 Italia dell’MP1 Corse e Luigi Lucchini (1’38.091) al volante della Porsche GT3R dell’Ebimotors, precedendo Michela Cerruti (1’38.214) con la BMW Z4 del ROAL Motorsport e Giorgio Sanna (1’38.368) con la Lamborghini Gallardo del Team Imperiale, mentre non ha preso il via per rottura del propulsore dopo la toccata di Kristoffersson nella prima sessione il romano Alex Frassineti.

Nella GT Cup il miglior tempo è andato a Gabriele Gardel con la Porsche 997 dell’Ebimotors davanti alla vettura gemella di Fabio Babini (ZRS Motorsport).

Domani sono in programma le due gare alle 9,05 e alle 13,05 (48 minuti + 1 giro), che saranno trasmesse in diretta TV su Raisport 2 (canali 228 SKY e 58 digitale terrestre) e in web streaming sul nostro sito www.acisportitalia.it/GT.


Lascia un commento

Fia World Endurance Championship: “Sei Ore di Spa”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Due Ferrari 458 Italia GT2 in categoria GTE Pro, altrettante 458 Italia GT2 in ca- tegoria GTE Am e la gestione tecnica della 458 Italia GT2 di 8Start Motorsport. E’ questo l’impegno di AF Corse alla “Sei Ore di Spa”, seconda gara del FIA World En- durance Championship 2013 (Wec), in programma nel fine settimana alle porte. AF Corse, unico team italiano impegnato nel mondiale endurance, è il campione in ca- rica di categoria GTE Pro; allo stesso modo, Ferrari detiene il titolo Costruttori GT.

GTE Pro – La coppia che ha dominato la GTE Pro del Wec 2012, Giancarlo Fisichel- la e Gianmaria Bruni, è pronta per tornare a combattere nelle posizioni di testa sulla Ferrari 458 Italia GT2 numero 51; nella gara inaugurale di Silverstone, a metà apri- le scorso, qualche episodio poco fortunato ha pregiudicato l’esito della loro gara, conclusa al 5° posto. Sullo stesso circuito inglese, invece, apertura di campionato in grande stile della Ferrari 458 Italia GT2 numero 71: Kamui Kobayashi e Toni Vilander, al loro debutto come compagni di vettura, sono stati capaci di salire sul secondo gradino del podio. Da ricordare che Kobayashi, approdato nel Wec diret- tamente dalla F1, correva per la prima volta in carriera una gara endurance su una vettura GT.

GTE Am – Seguendo l’ordine dell’entry list, sulla Ferrari 458 Italia GT2 numero 54 troviamo Howard Blank, Yannick Mallegol e Jean Marc Bachelier. Per il trio, il FIA Wec rappresenta una novità ed arriva dopo aver maturato molta esperienza nelle principali competizioni GT. Sulla Ferrari 458 Italia GT2 numero 61, spiccano Jack Gerber, Marco Cioci e Matt Griffin: tre piloti che possono ambire alle prime posizioni sotto la bandiera a scacchi. La Ferrari 458 Italia GT2 numero 81 porta i colori del team 8Star Motorsport; al volante, Enzo Potolicchio, Rui Aguas e Matteo Malucelli. I tre, a Silverstone, hanno chiuso subito a podio, con un terzo posto decisamente positivo ma che poteva essere anche di più senza un tamponamento subito a due giri dalla fine. Quanto già dimostrato, però, li pone tra i più probabili candidati ai posti di vertice della categoria.

Timetable Free practice 1 – Venerdì, 3 maggio, ore 9.00 Free practice 2 – Venerdì, 3 maggio, ore 14.30 Qualifiche – Venerdì, 3 maggio, ore 19.00 Warm-Up – Sabato, 4maggio, ore 9.00 Gara (6 ore) – Sabato, 4 maggio, ore 14.30


Lascia un commento

Kuppens: prima vittoria al Paul Ricard

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Renaud Kuppens del Konvex Motorsport sigla la prima vittoria della stagione del Maserati Trofeo MC World Series. Il pilota belga s’impone nel circuito francese del Paul Ricard partendo dalla pole position, sfruttando anche un’indecisione allo start del suo più diretto inseguitore, Alan Simoni. Ad opporre resistenza al campione in carica del monomarca del Tridente è stato il debuttanteAlberto Cola che a più riprese, siglando giri veloci a ripetizione, ha cercato di recuperare il distacco dal belga, riuscendo a tagliare il traguardo al secondo posto, ma poi retrocesso in terza posizione. Cola ha dovuto scontare una penalità di 25 secondi per una partenza anticipata. I giudici hanno comminato la stessa sanzione a Patrick ZampariniRiccardo Romagnoli e Daniel Waszcinzki.

Secondo quindi nella graduatoria un altro debuttante del campionato, Niki Cadei (e primo nella classe Pirelli Drivers Cup), che ha chiuso davanti ad Alan Simoni una gara disputata sotto la pioggia. Il meteo è stato sicuramente il protagonista di questa giornata, soprattutto con la nebbia che ha spinto i commissari a sospendere le attività in pista per lungo tempo fino ad annullare la seconda sessione di qualifiche del Trofeo Maserati. In virtù di questa decisione, la griglia di partenza delle due gare previste per domani sono determinate dai risultati delle prime qualifiche e pertanto Kuppens partirà in entrambe le occasioni in pole position.

Da segnalare il quinto posto finale del giornalista russo Maxim Akhtyamov, ospite della gara e pertanto trasparente ai fini della classifica, oltre che il settimo di un’altra new entry, il danese Mikkel Mac.

Gara 2 è in programma domani mattina dalle 9.55 alle 10.25, mentre gara 3 dalle 14.35 alle 15.25 e sarà trasmessa in diretta su SportItalia 2 per il territorio italiano e su MotorsTv all’estero.

Renaud Kuppens: “Non potevo chiedere di meglio. Una vittoria costruita da una qualifica perfetta che mi ha permesso di partire dalla prima posizione. Rispetto a questa mattina le condizioni meteo sono cambiate considerevolmente ed è stata più dura, con nuovi punti di riferimento da trovare in ogni curva. Alla partenza, dopo due tornate alle spalle della safety car ho approfittato di una distrazione di Simoni e sono riuscito a prendere il largo. A metà della prova Alberto Cola ha cercato di mettermi in difficoltà e per poco a causa di un mio errore non rischiavo di compromettere tutto. Per fortuna sono riuscito a recuperare e a tagliare il traguardo per primo”.

Risultati Gara 1
1. Renaud Kuppens 31’19.281*
2. Cadei/Pellegrinelli 31:35.934
3. Cola/Gobbo 31:48.261

*Iscritto nella graduatoria Pirelli Team Cup

Le classifiche complete sono caricate sul sito www.maseraticorse.it dove sono disponibili, approfondimenti, interviste e le immagini del primo round del Maserati Trofeo MC World Series.


Lascia un commento

Sarà Marco Mapelli a dividere con Christian Passuti l’abitacolo della Porsche GT3R dell’Antonelli Motorsport

mime-attachmentIl campione Italiano GT Cup 2010 rientra nel tricolore GT dopo una stagione nella Carrera Cup e l’impegno nell’International GT Open dello scorso anno. Definiti anche gli equipaggi che prenderanno parte alla GT Cup.

È’ ufficiale, Marco Mapelli andrá ad affiancare Christian Passuti al volante della Porsche GT3R dell’Antonelli Motorsport nella impegnativa classe GT3 del Campionato Italiano Gran Turismo, che scatterá da Misano Adriatico il 5 maggio.

Il 25enne pilota lecchese rientra nella serie italiana che lo aveva visto campione GTCup nel 2010 con la Ferrari F430 in coppia con Fabio Mancini, dopo due proficue stagioni nella Carrera Cup Italia (1^ nell’Under 25) e nell’International GTOpen (3^assoluto).

Dopo il buon finale di stagione 2012, la GT3R della Casa di Stoccarda si presenta al via tra le vetture da battere, forte di un equipaggio di assoluto rilievo che si inserirá di diritto nella lotta per il titolo della GT3.

Marco Antonelli ha definito, inoltre, gli equipaggi che andranno a comporre la pattuglia impegnata nella GT Cup. Tre le 911 GT3 Cup schierate, tutte nella 1^Divisione, affidate a Donativi-Gioia, Galbiati-Brambati e Marco Magli, che per il momento inizierá da solo la stagione.

 


Lascia un commento

De Castro conserva il primato

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si sono svolte a Varano le prime due prove del 3° Trofeo Formula Junior – Trofeo Sandro Corsini.

Al termine del turno di qualifica il miglior tempo è stato fatto segnare da Marco Visconti, alla guida della Reggiani della Stilo corse che ha staccato una strabiliante 1’13”843, seguito da  Sabino De Castro e Paolo Scialpi.

La prima gara ha visto il dominio di Marco Visconti che ha condotto per tutti i 20 giri. Unico contendente Sabino De Castro che ha limitato i danni concludendo 2° a 7”532. Completa il podio Paolo Scialpi che ha regolato Valerio Braschi, precedendolo di circa un secondo.

Gara 2 ha visto Sabino De Castro con una partenza fulminea sopravanzare il poleman Visconti e a condurre in testa i primi due giri.

Al terzo giro Visconti rompeva gli indugi, passava in testa per dodici giri sempre tallonato dal Campione in carica De Castro che lo costringeva a resistere ai continui attacchi.

Al tredicesimo giro Visconti ha dovuto ritirarsi per il cedimento di una sospensione; da quel momento De Castro ha preso il comando sino alla fine della gara, davanti a Scialpi e Braschi, autori di una splendida ed entusiasmante battaglia.

Dopo le prime due gare De Castro conduce la classifica con 35 punti, davanti a Scialpi con 27 e Visconti e Braschi appaiati a 22 punti.

Entrambe le gare sono state vivaci e combattute, confermando l’ottima forma della categoria che ha portato il maggior numero di vetture nella giornata di gare.

Probabilmente De Castro non potrà difendere il suo titolo ed il primato in classifica, dato che il suo impegno principale per il 2013 sarà il Campionato Italiano di Formula Abarth.

Commenti di Sabino De Castro:

“E’ stato un week end piuttosto strano, in quanto ho avuto all’inizio difficoltà nella messa a punto della vettura.

Dopo aver risolto alcuni problemi insieme al Team Covir, siamo riusciti a tornare competitivi, riconfermandoci primi in classifica generale.

Con una vittoria e un secondo posto abbiamo lasciato nei migliore dei modi il Campionato di Formula Junior”.