Omnia News

Tutte le news di Omnia Eventi


Lascia un commento

Superstarsworld accoglie a Vallelunga la FIA Formula 3 European Championship

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grazie alla SUPERSTARSWORLD, tornano sullo storico tracciato di Vallelunga, le prestigiose formule internazionali. Quello del 13 ottobre sarà un evento con un programma ricco di novità: la SUPERSTARS e la GTSPRINT sulla pista romana affronteranno l’ultimo degli otto appuntamenti della Serie Internazionale, mentre nello stesso fine settimana verrà accolta, dando vita ad un vero e proprio super-weekend, la FIA F3 EUROPEAN CHAMPIONSHIP. Ancora una volta, ACI Vallelunga e la SUPERSTARSWORLD proporranno quindi un evento straordinario, dove i fan giocheranno il ruolo da protagonista, pronti a battere il record delle presenze dello scorso anno, con i 33.000 spettatori che hanno “colorato” le tribune ed il paddock dell’autodromo.

L’evento SUPERSTARSWORLD del 13 ottobre a Vallelunga sarà un vero happening per l’automobilismo sportivo italiano.  – ha dichiarato Vincenzo Lamaro Managing Director SWR – Abbiamo valutato con il promotore tedesco della FIA F3 European già dallo scorso anno la possibilità di abbinare in più occasioni il nuovo campionato ai nostri eventi. Con l’evento di Vallelunga si è confermata questa opportunità che porterà i futuri campioni dell’automobilismo internazionale per la prima volta sul tracciato romano.

Il Campionato Europeo FIA F3 porterà a Roma i “campioni di domani”, figli d’arte dei piloti che a Vallelunga, dalla metà degli anni ’70, sono stati protagonisti. Tra gli “eredi” Eddie Cheever Junior e Josh Hill, quest’ultimo figlio di Damon (campione del Mondo F1 nel ’96) e nipote di Graham, iridato nel 1968.

“Siamo entusiasti di annunciare la seconda gara italiana della FIA Formula 3 European Championship, che sarà disputata per l’appunto a Vallelunga – ha dichiarato Gerhard Berger Presidente della FIA Single Seat Commission – Finalmente la Formula 3 tornerà sul tracciato romano dopo 30 anni. In termini di copertura TV e come presenza di pubblico sulle tribune è un vantaggio per la nostra categoria correre insieme all’ultimo round della SUPERSTARSWORLD che in Italia è un grande evento. 

La maggior parte dei nostri piloti correrà per la prima volta sul questo tracciato e questa sarà l’occasione giusta per imparare un nuovo circuito dove ci aspettiamo tre gare entusiasmanti. Saranno tutti emozionati per l’avvicinarsi del finale di stagione con il vincitore del titolo che verrà premiato con un test della Scuderia Ferrari F1”.    

La F3 internazionale, come già detto, torna su un tracciato che per tante edizioni ha legato al Gran Premio di Roma e a quello del Campidoglio il proprio nome. Una storia scritta da tanti campioni. A metà degli anni ’70 Vallelunga cominciò ad ospitare la F3 europea. Tra i campioni che vi furono protagonisti va senz’altro citato Riccardo Patrese, secondo nel ’76: per il padovano lo stesso Gran Premio di Roma rappresentò una vera e propria rampa di lancio per la F1, così come per Elio De Angelis (l’ultimo a regalare con la Lotus una vittoria al geniale progettista inglese Colin Chapman) e Andrea De Cesaris, entrambi romani ed ambedue cresciuti agonisticamente sulla loro pista di casa.

L’ultima edizione con validità europea si disputò nell’83: sulla pista di casa il successo andò al veloce Emanuele Pirro, in seguito protagonista in F1 per poi affermarsi pluricampione anche alla 24 Ore di Le Mans. Ma ancora prima a mettersi in evidenza sul tracciato romano furono Michele Alboreto, Eddie Cheever e l’ex ferrarista Gerhard Berger.

A distanza di 30 anni esatti, la F3 continentale torna a Vallelunga, grazie al weekend della SUPERSTARSWORLD. Un weekend imperdibile all’insegna del passato e del presente. Il “top” delle ruote coperte (SUPERSTARS e GTSPRINT) e delle monoposto insieme.

“La SUPERSTARS WORLD del mio caro amico Flammini e la FIA F3 European Championship insieme a Vallelunga è un appuntamento da non perdere il prossimo ottobre. – ha commentato Eddie Cheever – Il tracciato romano è il mio circuito di “casa”, con affetto ricordo i tempi in cui ci ho corso in F2. Sono rimasto positivamente colpito da come è cambiato il tracciato proprio lo scorso inverno, quando ho seguito mio figlio durante i test organizzati dalla Ferrari”. 

“Il campionato Europeo di F3 mi ha lanciato nel Motorsport Internazionale – ha commentato Emanuele Pirro –  La gara di Vallelunga e la mia vittoria del 1983 la ricordo come uno dei momenti più belli della mia carriera. A quel tempo anche il pubblico era speciale e significava per me come avere qualche cavallo in più nel motore. Spero che questa edizione anche grazie al successo della SUPERSTARS 2013 il grande pubblico romano riapra le porte alla F3 Internazionale”.

Annunci


Lascia un commento

Maserati MC GT3 protagonista nel week end di Monza

pigoli-dromedarijpg (1)Inizio di stagione al “top” per la Maserati MC GT3 dello Swiss Team, che ha preso parte al primo appuntamento stagionale della GTSprint International Series di Monza dello scorso 7 aprile con l’equipaggio composto da Max Pigoli e Andrea Dromedari.

La supercar modenese aveva già positivamente impressionato lo scorso anno, quando al debutto nella serie riservata alle potenti GT della SWR, aveva messo tutti dietro con Alessandro Pier Guidi sull’affollatissimo tracciato di Vallelunga (33.000 fan presenti). Quest’anno il ritorno della Maserati in GTSprint è stato altrettanto entusiasmante, nonostante alcune difficoltà riscontrate nelle “libere” e in Gara 1, ma la compagine di Guido Bonfiglio ha tirato fuori dalla manica la carta vincente nel round della domenica, che ha permesso al duo Pigoli-Dromedari di salire sul podio dopo una gara dalla condotta eccellente.

“Eravamo molto curiosi di capire quale fosse il vero potenziale della nostra vettura e devo dire che siamo molto soddisfatti. – ha esordito Max Pigoli – Dobbiamo ancora lavorare, ma la strada intrapresa è quella giusta. Siamo saliti sul terzo gradino del podio nonostante il weekend non fosse iniziato nel migliore dei modi… Nelle “libere” un piccolo incidente ci aveva proiettato nelle qualifiche con la vettura non al cento per cento e in ogni caso abbiamo staccato il quarto tempo. Il sabato non abbiamo potuto completare Gara 1 per un problema tecnico alla trasmissione, ma ci siamo riscattati la domenica in Gara 2, conquistando un podio che è frutto del duro lavoro del team, che ha lavorato tutta la notte per sistemare la Granturismo MC GT3”.

“E’ stato un weekend dal doppio volto. – sono le parole di Andrea Dromedari – Dopo l’uscita di pista nelle prove libere, la strada si era messa davvero in salita, ma lo Swiss Team ha mostrato tutta  la sua professionalità ed abbiamo avuto a disposizione una vettura più che competitiva sia nelle qualifiche che in gara. Tornare a correre in GTSPRINT è stato davvero emozionante. Il pubblico sugli spalti è stato la marcia in più dell’intero evento. Adesso aspetto con ansia il prossimo appuntamento di Brno, dove puntiamo ad essere ancora tra i protagonisti”.


Lascia un commento

A Invernizzi e Montali le prime pole di Coppa Italia 2013

Coppa Italia (1)Sono Andrea Invernizzi e Fabrizio Montali i protagonisti delle qualifiche della prima prova della Coppa Italia 2013 in corso a Vallelunga. Entrambi dunque partiranno dalla prima casella in griglia. Pole virtuale anche per “Toby” nel Campionato Italiano Turismo di Serie con la sua Megane RS inserita nella 2° Divisione dove ha tenuto dietro anche avversari più quotati.

Mai in discussione nella 1° Divisione la pole dello svizzero Andrea Invernizzi sulla Ferrari 458 GT3 della Black Bull. Unico verificato su vettura GT3 dopo l’uscita di pista nell’ultimo turno di prove libere di Ennio Ricci sulla Porsche 997 della GDL per un contatto con un doppiato che ha causato un tonneau fortunatamente senza conseguenza per il pilota, ha avuto facilmente la meglio sul nugolo di vetture in configurazione Cup. Alle sue spalle le 997 MY 2011 di “Enghels” e quella MY 2009 del campione in carica Bianco. Dietro di loro il duo “Gioga”/”Boga”, Consoli e De Bellis tutti su 997 Cup, settimo Dell’Onte al suo debutto con la Lamborghini Gallardo Supertrofeo, poi un altro trio Porsche 997 con Guazzini, Fondi e Mazzolini. Nessun giro cronometrato e ultima posizione in griglia domani invece per Dal Degan con la sua Alfa Romeo 155 E1 Italia 3.0 che ha patito problemi meccanici nell’ultimo turno di prove libere.

La pole della 2° Divisione porta invece il nome di Fabrizio Montali. Il primo affondo arriva a sette minuti dalla conclusione della sessione unica disputata sulla lunghezza dei trenta minuti quando Enrico Bettera (Seat Leon Long Run) riesce a scalzare dalla pole virtuale il giovane Jonatan Giacon (Bmw 320i). Vibranti gli ultimi giri dei protagonisti di testa con il romano Montali, anche lui su Bmw 320i che negli ultimi due giri utili riesce prima ad assicurarsi la seconda piazza a meno di sei centesimi dalla pole e di soli 6 millesimi meglio di Giacon e poi proprio sotto la bandiera a scacchi riesce a scendere sotto la soglia del 1.47 siglando 1.46.814. Completano la top cinque Montalbano (Alfa Romeo 147) e il campione 2012 Gurrieri (Renault Clio). Undicesimo tempo per “Toby”, il migliore del Campionato Italiano Turismo di Serie. Primi giri per la nuovissima Alfa Romeo GT di Semeraro e per la Chevrolet Cruze Trofeo del giovane Fiore costantemente migliorato nel corso del weekend proprio come un altro debuttante, Ronda (Seat Leon Supercopa), però alla sua prima gara in assoluto. Come nella 1° Divisione anche in 2° domani in ultima posizione in griglia ci sarà un pilota impossibilitato a prendere parte alla qualifica. A lasciare senza tempo Finco è stata la rottura dell’idroguida sulla sua Leon.


Lascia un commento

Primi giri per la Maserati GranTurismo MC Trofeo 2013

Questo slideshow richiede JavaScript.

I circuiti di Vallelunga e del Mugello hanno accolto i primi shake down delle Maserati GranTurismo MC Trofeo che saranno protagoniste del Maserati Trofeo MC World Series 2013. Sono stati una decina i piloti, tutti volti nuovi rispetto alle edizioni precedenti, che sono scesi in pista per la prima volta con la vettura.

L’auto – che è stata revisionata – si presenta con le stesse specifiche tecniche del 2012, quando erano state introdotte importanti novità a livello aerodinamico, nonché sull’assetto generale con un allargamento della carreggiata e sul peso che è sceso a 1380 Kg. Tutte le Maserati GranTurismo MC sono preparate ed allestite da uno staff tecnico che ne garantisce il massimo equilibrio prestazionale e adottano lo stesso set-up per ciascun weekend di gara. Invariato anche il motore, un V8 di 4.700cc. con una potenza di 488 Cv, così come le coperture che restano Pirelli.

Tra le vetture che hanno effettuato i primi test si è notata la Numero 99, come gli anni di storia di Maserati che si appresta a festeggiare nel 2014 il primo secolo di attività. La base del colore è il blu, la stessa cromaticità utilizzata dalla celebre Maserati MC12, dominatrice dei campionati FIA GT, mentre il bianco perla richiama la Maserati GranTurismo MC Stradale.

Il debutto del campionato è previsto sul circuito francese del Paul Ricard, il prossimo 28 aprile, preceduto dai test ufficiali, il 14 aprile a Misano. Il 2 giugno sarà la volta del leggendario Nuerburgring in Germania, mentre la pista di Silverstone in Inghilterra il 14 luglio concluderà la prima parte della stagione e assegnerà il primo titolo: il Trofeo Europa, lo scorso anno ad appannaggio del belga Renaud Kuppens, vincitore poi anche della classifica finale.

Il quarto round previsto il 25 agosto a Sonoma in California nelle vicinanze di San Francisco inaugurerà la stagione dei circuiti fuori dal vecchio Continente. A seguire sarà la volta dell’Asia, il 3 novembre, a Shanghai in Cina, sede lo scorso anno del gran finale del Trofeo Maserati. Il titolo 2013 sarà invece assegnato sul circuito di Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti, che concluderà la stagione il 14 dicembre. Il Medio Oriente tra l’altro ha già ospitato il Trofeo grazie al campionato invernale: il Maserati Trofeo JBF Rak disputato tra il 2011 e il 2012.

Ad oggi risultano iscritti una quindicina di equipaggi, con l’obiettivo di superare le venti vetture in griglia, confermando il carattere internazionale del campionato, che nel 2012 ha visto la partecipazione di 84 piloti in rappresentanza di 24 Paesi.

Il format di ogni round prevede due sessioni di prove libere da 45’, due qualifiche ufficiali da 20’, due gare da 30’ e una da 50’, in cui è previsto un pit stop obbligatorio e il cambio pilota per l’equipaggio doppio (lo scorso anno questo programma era previsto solo in alcuni round).

Per rendere ancora più emozionante la sfida e per cercare di riequilibrare i valori in pista, sarà introdotta una nuova regola che prevede un handicap per i più veloci. I primi 5 classificati delle prime due gare di ogni round (determinati dalla combinazione dei risultati) nel corso del pit stop obbligatorio della gara endurance, dovranno aggiungere – oltre ai 45 secondi di sosta previsti per tutti – un ulteriore cronometraggio variabile dai 20 secondi del primo ai 5 del quinto.

Il “pacchetto” del Trofeo permette ai piloti di competere individualmente e in equipaggio o come parte di un team privato che potrà partecipare con la propria auto, in configurazione 2010, 2011 o 2012 rispettando comunque l’omologazione e la fiche tecnica rilasciata da Maserati. Il costo all inclusive per le gare “mondiali” (1 test e i sei round) è di 120.000 euro oltre le tasse, mentre per prendere parte al primo round del Paul Ricard (compreso il test di Misano) il prezzo è di 30.000 euro oltre le tasse. Il Trofeo Europa (Paul Ricard, Nuerburgring e Silverstone, oltre al test di Misano) vale 70.000 euro oltre tasse.


Lascia un commento

Super Stars World: L’autodromo di Vallelunga conferma il gran finale “Race of Rome” 2013

vallelunga-superstarsjpg

Ufficializzato il gran finale di stagione sul tracciato che sorge alle porte della Capitale: la data è quella del 12 e 13 ottobre, il luogo quello dell’Autodromo “Piero Taruffi” di Vallelunga. Dopo tre anni di grandi successi in termini di agonismo passione e tanto spettacolo, raggiungendo record di pubblico puntualmente infranti gli anni seguenti con 24.000 spettatori nel 2010,  25.000 l’anno successivo ed infine il “boom” delle 33.000 presenze la scorsa stagione, quest’anno certamente l’evento clou “Race of Rome” punta a fare ancora meglio.

Nella passata stagione Giancarlo Fisichella, al debutto sulla Maserati Quattroporte, si rese protagonista proprio sulla pista di casa assieme a campioni del calibro di Vitantonio Liuzzi, Gianni Morbidelli e poi ancora il pluri-titolato Thomas Biagi ed il giovanissimo svedese Johan Kristoffersson (in seguito vincitore dei due titoli della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES e del CAMPIONATO ITALIANO) dando spettacolo assieme a tante altre stelle. Un appuntamento imperdibile con tutti i protagonisti della SUPERSTARSWORLD OF RACING che pertanto si rinnova anche per il 2013.

“Apprendere che anche quest’anno Roma potrà nuovamente avere un evento di portata internazionale, è motivo di grande soddisfazione. – ha dichiarato Giancarlo Fisichella – Nel 2012 con la Maserati Quattroporte è stato emozionante vedere così tanta gente in autodromo, un paddock affollato e le tribune gremite di fan venuti per supportarmi, rendendomi protagonista tra i protagonisti. Per me si è trattato davvero di un’esperienza fantastica, soprattutto perché Vallelunga è la mia pista di casa, e mi piacerebbe tornare ad esserci anche quest’anno”.

“Sono orgoglioso di coniugare l’entusiasmo che da oltre 60 anni suscita l’autodromo di Vallelunga con l’eccellenza sportiva di una manifestazione come solo SUPERSTARSWORLD sa essere. – sono le parole di Ruggero Campi, presidente dell’Autodromo “Piero Taruffi” di Vallelunga – L’Arena di Roma, sono certo, si confermerà quale luogo ideale per esprimere le capacità di piloti e team e far trascorrere agli oltre 30mila spettatori attesi, una giornata diversa e di grande passione in un luogo deputato ad ospitare tutta la famiglia”.

“Vallelunga rappresenta uno degli appuntamenti “clou” della stagione. – ha affermato il Managing Director del SUPERSTARSWORLD OF RACING, Vincenzo Lamaro – Stiamo lavorando già da ora per rendere questo Gran Finale della “Race of Rome” 2013 indimenticabile, offrendo al numeroso pubblico di Roma e Vallelunga, la possibilità di vivere le “Best Races” della SUPERSTARSWORLD in modo unico. Ringrazio il Presidente di ACI Vallelunga, Ruggero Campi e tutta la macchina organizzativa dell’Autodromo per la loro forte collaborazione. Siamo orgogliosi di tornare nuovamente su uno degli autodromi che ha visto il pubblico sempre protagonista e, come detto da Giancarlo Fisichella, fargli vivere grandi emozioni”.


Lascia un commento

GT Italiano: Vallelunga, la cronaca di gara 2

Così è maturata la vittoria dei portacolori del ROAL Motorsport-BMW Italia, Thomas Biagi e Stefano Colombo

 

Al via era il poleman Biagi a prendere la testa davanti a Balzan, che aveva la meglio su Liberati, seguito da Di Benedetto, Bernoldi e Montanari. Nella GT2 Romanini si inseriva al comando di classe, mentre nella GT Cup Stancheris precedeva Granzotto e Gaiotto.

Al quarto giro cominciava a piovere, Di Benedetto rallentava e, dapprima, veniva scavalcato da Bernoldi e dal suo compagno di squadra Montanari, poi, al giro successivo, un errore lo costringeva a cedere ben tre posizioni.

Intanto, con la pioggia che aumentava sensibilmente, uno scatenato Balzan al quinto passaggio prendeva il comando davanti ai portacolori BMW, Biagi e Liberati. Quest´ultimo alla tornata successiva scavalcava il suo compagno di squadra, mentre Bernoldi si confermava quarto davanti a Montanari, Romanini e Passuti. Il pilota dell´Antonelli Motorsport, era il primo a rientrare ai box per montare le coperture rain, seguito poco dopo da Biagi.

Balzan, invece, preferiva continuare con le gomme slick, ma al 12° giro il pilota veneto era protagonista di un testa coda, imitato poco dopo anche da Liberati. Con le pessime condizioni della pista, la gara regalava così numerosi colpi di scena, tra cui le uscite al 12° giro di Passuti e Fornaroli. L´apertura della corsia box per i cambi pilota rendeva ancora più incerta la situazione e regalava ulteriori momenti di suspance, come al 14° passaggio, quando Barri, subentrato a Balzan, rallentava vistosamente per un problema al cambio all´ingresso della corsia box. Al rientro in pista di tutte le vetture, Colombo, succeduto a Biagi, nonostante i dieci secondi di penalità, si ritrovava al comando davanti alla compagna di squadra Michela Cerruti, che aveva preso il volante da Liberati.

Terzo era Lyons, subentrato a Bernoldi, che al 17° giro passava la giovane concorrente, mentre Rocca, quarto, si confermava leader della GT2, davanti a Sonvico e Sanna, primo della GT Cup. La pioggia, intanto, continuava a cadere incessantemente e, nelle fasi finali, a salire in cattedra era Sonvico che dapprima passava Rocca e, al 24° passaggio, aveva la meglio sulla Cerruti. La portacolori del ROAL Motorsport difendeva fino all´ultimo la quarta posizione, ma un contatto al penultimo giro con Frassineti le causava la foratura di un pneumatico che la costringeva a rallentare l´andatura negli ultimi chilometri di gara.

Sotto alla bandiera a scacchi Colombo andava a cogliere una meritata vittoria davanti a Lyons e Sonvico. Quarto concludeva Frassineti precedendo Rocca, primo della GT2, Cerruti e Barri, bravo a tagliare il traguardo nonostante il problema al cambio. Ottavo, e primo della GT Cup 1^ Divisione, era Sanna che chiudeva davanti a Magli, primo della 2^ Divisione, Bellini, Coggiola e Cicognani.


Lascia un commento

GT Italiano: Vallelunga, la cronaca di Gara 1

Così è maturata la prima vittoria stagionale dell’equipaggio composto da Andrea Sonvico e Christian Montanari, portacolori di Audi Sport Italia

 

Al via della gara il poleman Colombo si faceva sorprendere da Sonvico che passava subito a condurre. In terza posizione si inseriva Frassineti, davanti a Comandini, Barri, Monti, Lyons e Cerruti, nella GT 2 Coggiola precedeva Rocca, mentre nella GT Cup Cicognani si portava davanti al campione in carica Sanna. Il portacolori Lamborghini al secondo giro guadagnava la testa della classe riservata alle vetture in configurazione monomarca, ma al sesto passaggio il pilota emiliano era costretto al ritiro per il dechappamento di un pneumatico e la conseguente rottura di un radiatore dell´olio.

Al comando, intanto, Sonvico guadagnava qualche secondo su Colombo, che a sua volta veniva avvicinato dall´altro pilota Audi Frassineti. Comandini si confermava quarto, davanti a Barri, Monti, Lyons, Cerruti e Coggiola, quest´ultimo ancora primo della GT2.

La gara arrivava ai cambi pilota senza particolari emozioni. Al rientro di tutte le vetture in pista Montanari, subentrato a Sonvico, non aveva problemi a tener dietro Biagi, succeduto a Colombo. In terza piazza si confermava Di Benedetto, che aveva preso il posto di Frassineti, mentre nella GT2 Romanini aveva la meglio su Coggiola e si portava al comando della GT2. Nella GT Cup, invece, Granzotto prendeva la vettura da Cicognani al comando e precedeva Donativi e Gaiotto.

Con un vantaggio al 24° passaggio di oltre sette secondi su Biagi e nove sul suo compagno di squadra Di Benedetto, Montanari continuava la sua cavalcata al comando. In quarta piazza Fornaroli precedeva Balzan e Passuti, mentre Liberati aveva la meglio su Bernoldi, subentrato a Lyons, e si portava in settima posizione.

Con il traguardo ormai in vista, Montanari controllava agevolmente la gara andando a cogliere la prima vittoria della stagione davanti a Biagi e Di Benedetto. Quarto chiudeva Fornaroli precedendo Balzan e un grintoso Liberati, che nel corso dell´ultimo giro aveva la meglio su Passuti. Ottavo era Bernoldi davanti a Romanini, primo della GT2, Coggiola, e Granzotto, primo della GT Cup.